La città di Siena è una delle città più famose della Toscana. Non è una grande città per le sue dimensioni (55.000 abitanti) ma per la sua cultura, monumenti, tradizioni e patrimonio. Si trova nel centro della Toscana, a sud di Firenze e ad est del piccolo massiccio delle Colline Metallifere. Al centro di una zona collinare, la geografia della regione è tipica della Toscana con piccole valli, basse colline, zone boscose, cipressi persi tra i campi di cereali che accompagnano il viaggiatore nel suo viaggio attraverso questa parte d’Italia.

Piazza Il Campo, il centro nevralgico di Siena.Piazza Il Campo, il centro nevralgico di Siena.

Fondata dai Romani, la città fu visitata e occupata dai Longobardi, e poi divenne una città libera, a favore della politica dell’imperatore romano germanico contro Firenze, che sosteneva il Papa. Dopo la sconfitta di Montaperti nel 1260, Siena era determinata a diventare una città libera. Avendo perso la sua influenza politica, paradossalmente, fu da quel momento in poi che Siena si concentrò sul commercio e gli affari.

La sua posizione è ideale per una visita alla Toscana.. A est di Siena si trova la valle del Chianti e un po’ più in là la valle della Chiana (Arezzo, Cortona). A nord Firenze, Pisa e Lucca. A sud, ma vicino, la straordinaria Val d’Orcia, Grosseto, la Maremma e la costa con l’Elba.

Siena una città monumentale.

Siena monumentale. Nelle stradine si può intravedere il PalazzoSiena monumentale. Nelle stradine si può vedere il Palazzo Pubblico

Il centro storico è dominato da la Torre del Mangia e il Duomo la cattedrale di Santa Maria Assunta. Accanto a loro il Palazzo Pubblico il municipio di oggi, e il vecchio ospedale di Santa Maria della Scala sono alcuni dei principali monumenti.

La torre del Mangia che raggiunge i 102 metri di altezza domina il centro storico di Siena. È quello che domina il Piazza del Campo chiamato anche il Campo la piazza principale della città, dove due volte all’anno si tiene la famosa “La Campo”. Festa del Palio. La piazza è il cuore del centro di Siena, da cui partono numerose stradine che portano a tutti gli angoli e i luoghi nascosti. Tutta la zona è molto vivace e piena di negozi, alcuni più turistici, altri più autentici e artigianali. Ci sono anche numerosi caffè, ristoranti e alberghi.

Accanto a questi palazzi e chiese, altri più piccoli ma altrettanto belli si trovano in tutta la parte vecchia di Siena. Scoprirli per strada è un’avventura per il viaggiatore e il turista.

Altri luoghi di interesse sono Fonte Gaia fontana con sculture di Jacopo della Quercia; Palazzo Chigi Saracini del XII secolo con parti gotiche, rinascimentali e rococò; la Loggia della Mercancia; Palazzo delle Papesse (oggi centro d’arte contemporanea) o le case-torri di Dei Forteguerri, Montanini, degli Incontri sono alcuni degli altri monumenti principali.

E, naturalmente, non dimenticate la visita consigliata alle mura di Siena.

Il Duomo di Siena, magnificoIl Duomo di Siena, magnifico

Musei a Siena.

L’edificio del municipio, il Palazzo Pubblico ospita il Museo della Città..

Non lontano si trova la grande cattedrale romanico-gotica del XIII secolo. La cattedrale ha un proprio museo, il Museo dell’Opera Metropolitana del Duomo, con sculture originali della facciata della cattedrale. La cattedrale è uno dei migliori esempi di architettura gotica italiana, nota per la bellezza della sua pietra bianca, così come i suoi soffitti interni e le colonne. La torre rivaleggia con la Torre de Mangia del municipio.

La Pinacoteca Nazionale di Siena y il complesso museale dell’ospedale di Santa Maria della Scala (che comprende diversi musei, tra cui quello archeologico), il Duomo e il già citato Centro di Arte Contemporanea nel Palazzo delle Papessa completano i musei del centro città.

Feste e tradizioni: Il Palio.

Il Palazzo Pubblico in Piazza del CampoIl Palazzo Pubblico in Piazza del Campo

Siena è famosa in tutto il mondo per la corsa di cavalli che si svolge ogni anno nel centro storico della città. Il Palio delle Contrade o semplicemente Palio è una festa di origine medievale che riunisce i cavalieri che rappresentano i quartieri della città. Spettacolare e sempre vivace, la celebrazione della corsa riunisce migliaia di persone e anima la città due volte all’anno, il 2 luglio e il 16 agosto. Le giacche dei piloti sono decorate con i colori di ogni quartiere. La corsa del Palio è un patrimonio mondiale dell’UNESCO.

L’origine del Palio risale alla fine del XVI secolo, quando la Chiesa cattolica proibì le corride e i combattimenti violenti, così il consiglio comunale decise di sostituirli con una corsa di cavalli. Ben presto la gara fu spostata nella piazza centrale Il Campo, un luogo più grande e confortevole per accogliere il crescente numero di spettatori.

Cosa vedere, cosa fare nei dintorni di Siena.

Montagne Metallifere e Val d’Orcia.

Un’altra delle grandi attrazioni di Siena si trova nei suoi dintorni. Sia le Colline Metallifere a ovest che la Val d’Orcia a sud sono due delle regioni più spettacolari e rappresentative del paesaggio toscano.

Nelle Colline Metallifere troviamo Volterra e Pomerano sulle sue pendici più settentrionali e Massa Maritima a ovest che già guarda verso il Tirreno. Questa zona non è così conosciuta come la Val d’Orcia, ma è altrettanto interessante.

Val d'Orcia. ©María Calvo.Val d’Orcia. ©María Calvo.

Dalla Val d’Orcia Non diremo altro se non che dovete visitarlo. È la Toscana idealizzata, ma è anche la Toscana magica. Villaggi, colline verdi, dorate, tostate o bianche, a seconda della stagione. Aromi e sapori, magnifica Toscana.

Dove dormire a Siena.

La città ha numerosi hotel di tutti i tipi che si riempiono durante il Palio, quindi se vuoi visitare la città in quel periodo, dovresti prenotare con largo anticipo.

Se stai cercando altri tipi di alloggio come ostelli, campeggi e B&B puoi trovarli sia in città che nei dintorni di Siena.

E naturalmente potete contattarci per una guida: [email protected]

Dove mangiare.

Prelibatezze toscaneDelizie toscane

Nel centro di Siena non mancheranno trattorie e ristoranti specializzati in ogni tipo di cucina. Mangiare in una delle sue piazze, su una terrazza, è sicuramente un piacere da non perdere.

Come arrivare.

Per strada è a 70 km (1 ora) da Firenze. Dall’aeroporto di Pisa sono 120 km (1 ora e 40 minuti).

Torino dista 490 km (circa 4h 45m); Milano 370 km (circa 3h 45m) e Roma 240 km (2h 30m).

Per andare al centro della Val d’Orcia, a San Quirico D’orcia, per esempio, ci vogliono 50 minuti (45 km). In aereo il principale punto d’ingresso è l’aeroporto di Pisa, oppure quello di Roma.

In barca, si può raggiungere Livorno con il traghetto o la nave da crociera e poi proseguire su strada.

Di Íñigo Pedrueza.