Cortona è un monumento storico e architettonico perché è la più antica città di origine etrusca della Toscana. Le sue grandiose mura dovevano incutere rispetto a chi guardava la città arroccata sulla collina di San Egidio, sul lato orientale della ValdiChiana, tanto che nemmeno le angherie delle città di Arezzo e Siena riuscirono a sottometterla nel Medioevo. Oggi è una piccola città di 23.000 abitanti, ma il suo centro storico è conservato e protetto.

Palazzo Comunale di CortonaPalazzo Comunale di Cortona

Qui è stato girato uno dei film più famosi e di successo della regione Toscana, Sotto il sole della Toscanacon Diane Lane, che ha fatto conoscere Cortona al pubblico e ha contribuito a idealizzare ulteriormente la Toscana.

Visita alla città

Il Mura etrusche del V secolo a.C. furono rinforzate nel Medioevo, periodo di cui si è conservata con successo una gran parte della città. Una passeggiata tra i vicoli acciottolati ci porta al cattedralein stile rinascimentale sangallese.

Di fronte al Duomo il Museo Diocesanol’antica chiesa del Gesù ospita capolavori di Pietro Lorenzetti, Luca Signorelli, Beato Angelico e Sassetta, oltre a un’importante collezione di arte sacra.

In piazza della Repubblica il Palazzo Comunalerisalente al XIII secolo, modificato più volte ma che conserva la sua caratteristica facciata merlata.

Il Museo dell’Accademia Etrusca (MAEC), ospitato nel Palazzo Casali – l’edificio risale al XIII secolo ma la facciata manierista è del XVI – non lontano dal Duomo, è il più importante della città. La mancanza di spazio fa sì che l’arco temporale dei pezzi, che vanno dall’antico Egitto al Futurismo, si sussegua in una successione vertiginosa. Alcuni dei pezzi più sorprendenti provengono dagli scavi effettuati a Cortona e dintorni. Il Lampadario etrusco in bronzo è spettacolare se consideriamo che è un’opera del V secolo a.C., seguendo una tecnica conosciuta come cera persiana, disegnando una medusa al centro con molteplici figure e icone di ornamento fantasioso; o il cosiddetto Meloni etruschiQueste tombe hanno un tipo di volta che ci invita fantasiosamente a pensare alla forma di un melone.

Palazzo Comunale di CortonaPalazzo Comunale di Cortona

Cortona non ha bisogno di una mappa, anche se le strade strette invitano a perdersi. In questo modo possiamo trovare senza preavviso edifici come il Palazzo Fierli-Petrella o la chiesa gotica di San Francesco, l’Ospedale della Misericordia con il suo elegante portico rinascimentale, o San Nicolò, una graziosa chiesa.

Sulla strada verso la fortezza medicea, conosciuta come Girifalco, ammiriamo il panorama offerto dall’altezza di Cortona. Durante la salita, i mosaici di Gino Severini illustrano le stazioni della Via Crucis, mentre siamo condotti all’adiacente chiesa di Santa Margherita da Cortona, il cui sarcofago di marmo decora la tomba della santa.

A nord della città, appena fuori le mura, possiamo vedere il chiesa di Santa Maria Nuovauna festa per gli occhi e il soggetto di molte fotografie. Sempre a nord si trova il parco archeologico, con i resti di costruzioni etrusche, soprattutto tombe.

Chiesa di Santa Maria Nuova Chiesa di Santa Maria Nuova

A sud, a 2,5 km, un’altra chiesa significativa, Santa Maria delle Grazie al Calcinaio (dell’architetto senese Francesco di Giorgio Martini).

Cosa vedere e fare nella vivace e piacevole città di Cortona

Molti caffè, gelaterie e ristoranti si trovano nel centro di Cortona, rendendo la città toscana un luogo tranquillo per rilassarsi e godersi l’estate italiana. Vivace e piacevole, Cortona dà il meglio di sé in agosto, il periodo in cui festeggia il Festival del Soleun evento musicale di primo ordine che attira gli amanti della musica classica.

La posizione di Cortona rende facile fare escursioni a Siena, Arezzo, Pienza, Montepulciano, o alle terme di Chianchiano e Rapolano. Altre città e luoghi interessanti nelle vicinanze sono Rocca Di Pierle, San Giovanni d’Asso e il suo museo del tartufo, Castiglione d’Orcia, Buonconvento o Castiglione Fiorentino.

20 minuti a sud si trova il grande lago italiano del Trasimeno, una sorpresa in mezzo agli Appennini. La città più importante, Castiglione del Lago, è a 35 minuti. Un mare interno tra la Toscana e l’Umbria.

La degustazione di vini e prodotti locali può essere combinata con la visita di monumenti o il percorso attraverso la regione.

E un po’ più lontano Perugia, un’altra città affascinante.

Mappa della città di Cortona.Mappa della città di Cortona.

Come arrivare.

Su strada l’autostrada A1 vi permette di raggiungerci da Firenze o Arezzo a nord, o da Roma e Perugia a sud. Siena dista un’ora, Firenze un’ora e venti minuti e Arezzo 40 minuti.

Gli autobus collegano Cortona con tutta la regione.

Il treno è anche possibile perché c’è una stazione a Camucia-Cortona, la città nella valle. Ci vuole circa mezz’ora a piedi dalla porta meridionale di Cortona.

Dove dormire.

Dato il carattere turistico e residenziale, Cortona ha numerosi piccoli hotel e B&B. Non lontano, gli agriturismi o i castelli permettono di stare in mezzo alla natura.